La felicità non può essere imposta

Non può esistere una vera soddisfazione esistenziale ‘a comando’, coatta, obbediente a desideri altrui. ‘Sii felice!’ è una pretesa insensata, manifestamente idiota, così come idioti (e in tanti casi feroci) sono stati i regimi politici che si sono posti il mostruoso obiettivo  di costringere i sudditi a essere e/o a dichiararsi felici.

Essere felici è solo una possibilità, non un obbligo

Essere felici è solo una possibilità, non un obbligo. C’è chi non trova la felicità, mai. C’è chi la sperimenta in rari momenti. C’è, specialmente, chi vive il ‘paradosso maledetto’: se ti agiti per raggiungerla ne allontani il conseguimento. La conseguenza? Ha senso desiderarla e tentar di perseguirla ma senza diventar schiavo di tale pretesa.